menù
Menù
cerca
Cerca
home
Home
COUPON SU TUTTO SPEDIZIONE GRATUITA DA 39€ Info codici

Chanel

Un sinonimo di bellezza, eleganza e charme che porta l'indimenticabile nome di Chanel. Una maison ineguagliabile nella sua straordinaria grazia di altri tempi, che nasce dal genio della sua creatrice: madeimoiselle Coco Chanel. Una rivoluzionaria ideatrice del concetto di moda le cui origini sono da individuarsi nei quartieri poveri della Francia. La sua vita, le sue emozioni, le sue esperienze, i lutti, i dolori, le gioie sono da ritrovarsi nei suoi abiti, ma soprattutto nelle sue fragranze.

Indicativi furono gli anni che Gabrielle trascorse insieme alle sorelle presso l'orfanotrofio a seguito della morte della madre. Un periodo oscuro che le insegnò l'austerità dei modi, del savoire faire, ma soprattutto nel vestiario. Il nero e il bianco furono colori predominanti nelle sue creazioni, così come il ricordo delle finestre di quella che fu la sua casa per alcuni anni. Attraverso quel vetro la giovane Chanel seppe guardare al futuro, trovando l'innovazione che la guidò nel suo percorso da stilista. Alcune delle sue fragranze infatti sibi state introdotte all'interno di una delicata scatola minimale, semplice, bianca. Il suo contorno nero, però rimanda proprio a questi attimi di vita trascorsi presso le suore.

Un lieve barlume della grande Coco Chanel iniziò ad abbozzarsi quando a 18 anni intraprese il mestiere di sarta. Amante della scoperta, di ciò che era rivoluzionario, ben presto Gabrielle incontrò il suo amante Etienne de Balsan, un uomo importante nella sua vita che diede una spinta importante alla sua cariera. Presso la sua residenza la giovane stilista, che a quel tempo aveva 21 anni, ebbe la possibilità di fare la conoscenza di molti personaggi importanti. Nel suo castello, dove abitò per i sei anni che durò la loro relazione, Gabrielle si lasciò ispirare da uno stile parigino sempre più particolare. Pantaloni e cravatte da donna furono le mise che solleticarono la sua immaginazione durante le sue lunghe cavalcate sui pursangue di Etienne. La giovane avviò la sua carriera da stilista, però, solo più tardi come creatrice di cappelli innovativi. Le sue creazioni comparsero anche in Bel Ami. Ad aiutarla a creare il mito Chanel, però, fu il suo grande amore Boy Capel. Oltre ad essere un suo finanziatore, grazie a lui la giovane riuscì ad aprire la sua prima boutique, lui fu la sua più grande fonte di ispirazione. Sebbene il loro amore non culminò mai con il matrimonio, la loro relazione durò per anni. Boy infatti, sposò un'altra donna, in quanto già a quei tempi, l'amore della sua vita fu sempre il suo lavoro a cui dedicò la propria anima da creatrice. Negli anni la sua fama aumnetò, così come le sue boutique. Fu lei a lanciare la moda del capello corto, del look androgino, e, sopra ogni cosa, dell'emblema dell'eleganza femminle: il tubino o la petite robe noir, come la definì Vogue. A segnare la vita di Madeimoiselle Chanel fu la morte di Boy. Nonostante le nozze di lui con un'altra giovane, la loro relazione proseguì. Nel 1919, però, il suo amante ebbe un tragico incidente che pose fine alla sua vita. Coco, saputa la notizia della sua dipartita, partì immediatamente e sul ciglio della strada nella quale era morto Boy  pianse disperatamente per la sua morte. Gli anni trascorsi con Capel furono fondamentali per il suo genio creativo e a lui non potè non dedicare una delle sue più grandi creazioni: Allure, una fragranza che ricorda il suo amante in ogni dettaglio, in ogni essenza.

Chanel in seguito intrecciò diverse relazioni con personaggi importanti del panorama mondiale, e da ognuno di loro trasse ispirazione per le sue collezioni. Tra le sue frequentazioni, infatti, compaiono i nomi del duca di Westminster, Paul Iribe, il generale tedesco Walter Schellenberg, ma anche il cugino dello zar.

Chanel come creatrice di profumi, invece, nacque negli anni '20. A dare il via fu quello che ancora oggi è il sinonimo dell'eleganza che diviene una fragranza: Chanel N°5. Ideato da un profumiere russo, porta il nome dell'essenza che madeimoiselle scelse dopo averne provate alcune. Il mito vuole che Coco stesse cercando di ricreare un profumo che sapesse di donna, l'essenza della vera femminilità. Negli anni le sue creazioni divennero rivoluzionarie, indimenticabili, in grado di osare e di arrivare laddove nessun altro era riuscito prima. Madeimoiselle Chanel morì nel 1971 e il destino della sua maison è ora affidato al genio di Karl Lagerfeld. Il mito di Chanel però rivive ancora. Le sue creazioni non potranno mai tramontare e il suo ricordo viene mantenuto dalla maison. L'ultima fragranza porta infatti il nome di colei che diede il via a tutto, non solo alla storia della moda, ma anche ad uno stile innovativo e rivoluzionario che nonostante tutto si rifaceva all'eleganza della semplicità. Per pochi era solo Gabrielle, una giovane ragazza con tanti sogni e la voglia di creare, per altri solo Coco, ma lei sarà per sempre Chanel, una leggenda.

Mostra 1 su 23 di 23 (1 Pagine)
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Senza i cookie alcune parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.
Accetti l'uso dei cookie? Oppure Disattiva i cookies.
In conformità con il GDPR potrai rivedere la tua scelta in ogni momento.

X


X